Lettere di Vita

La fine della colpa

Cerca di capirlo con chiarezza.

Tu non sei responsabile della felicità di nessun altro.

Non hai causato tu la loro infelicità.

È la lezione più difficile e la più liberatoria di tutte.

Puoi ancora avere cuore, ascoltare e comprendere le loro pene e provare compassione profonda per loro.

Puoi assumerti la responsabilità per ciò che hai detto e fatto ( questa NON è colpa) ma non puoi cambiare passato.

Puoi provare dolore e sentire i tuoi sentimenti e pensare i tuoi pensieri.

Tu, però, non sei la causa dei loro dolori o la loro soluzione e non importa quanto implorino, piangano, urlino, giudichino, mentano, biasimino o cerchino di farti sentire “in colpa” per loro.

Se la desiderano, tu puoi offrire loro la tua verità, i tuoi consigli e la tua guarigione.

Tu non sei colpevole.

Tu non puoi completare nessuno, ne renderlo incompleto.

Essi percorreranno il loro sentiero e tu il tuo. La loro felicità sarà il loro viaggio e la tua felicità sarà il tuo.

Sai, la vera felicità non viene data o tolta.

È la sorgente. È la presenza.

È la volontà di metabolizzare la tua stessa esperienza, non di gettare pesi addosso agli altri.

Non cercare amore fuori di te, cercalo vicino a te.

Nel tuo respiro.

In ogni sentimento, gioia, tristezza, dalla felicità alla noia.

In ogni battito del cuore, in ogni suono, in ogni desiderio, in ogni momento sacro.

Tu sei vivo/a

Jeff Foster